Come proteggere il cane dalle zanzare?

zanzare

Come proteggere il cane dalle zanzare in estate? Beh, con i cambiamenti climatici e col fatto che anche d’inverno non fa freddissimo fra un po’ rischiamo di dover proteggere il cane da zanzare e pappataci tutto l’anno. Comunque sia, oltre a utilizzare gli opportuni antiparassitari esterni repellenti per cani, ecco alcuni utili consigli per cercare di tenere lontane zanzare e pappataci dal cane.

Tenere lontane le zanzare dal cane

Per tenere lontane le zanzare dal cane puoi:

  • applicare regolarmente gli antiparassitari esterni controllando che funzionino anche da repellenti contro zanzare e pappataci (alcuni, infatti, sono attivi solo contro pulci e zecche, ma non fungono da repellenti)
  • tenere i cani al riparo con delle zanzariere a trama fitta: in questo modo riducete il numero di zanzare che entrano in casa. Ovviamente questo funziona se tieni il cane in casa
  • pianta sul balcone piante come gerani, eucalipto, menta, rosmarino o in generale piante officinali: il loro odore tende a tenere lontane le zanzare
  • se tieni il cane in giardino, evita di tenere acqua stagnante dove le zanzare possono proliferare. Se hai una piscinetta per il cane, cambia di frequente l’acqua (l’acqua che cambi non buttarla via in questo periodo di siccità, ma riciclala per bagnare piante e fiori del giardino)
  • nel caso decidessi di optare per dei trattamenti antiparassitari contro gli insetti del tuo giardino, assicurati di utilizzare solamente prodotti atossici per cani e gatti. E anche in questo caso fai in modo che i tuoi animali domestici non possano accedere alle aree trattate (attenzione all’acqua di scolo: molto spesso cani e gatti si intossicano leccando l’acqua di scolo contaminata da questi antiparassitari che sono stati dati, magari, nel giardino confinante) fino a quando il prodotto non sarà stato del tutto assorbito o evaporato
  • per i pappataci o flebotomi della Leishmania, visto che escono soprattutto al tramonto, cerca di portare il cane in passeggiata dopo il crepuscolo (e non prima, quando il sole è appena calato, perché fa comunque troppo caldo e l’asfalto sprigiona tutto il calore accumulato durante la giornata)

Potrebbero interessarti anche...