Passeggiata cani in estate: qualche consiglio

cane passeggiata estate

Urge ripassare qualche consiglio in merito alla passeggiata dei cani in estate. Visto che guardandosi intorno si continuano a vedere persone che alle 2 del pomeriggio, sotto il “chioppo del sole” continuano a far passeggiare i propri cani su distese assolate e roventi di asfalto bollente, forse vuol dire che qualcosa nel semplice concetto di “Non portare il cane a spasso durante le ore più calde della giornata” non è stato ben capito. Eppure l’analisi logica del periodo è semplice:

  • Non portare = non uscire col cane fuori di casa
  • il cane = quell’esserino scodinzolante e sbavante, peloso, che ti fa le feste quando rientri a casa
  • a spasso = in passeggiata, a fare i bisognini, fuori di casa per qualsiasi motivo che non sia indispensabile
  • durante le ore più calde della giornata = sono le ore della giornata in cui quella palla gialla e luminosa che di giorno sta in cielo sprigiona il maggior calore. Cosa che, con questa estate rovente, inizia da quando si leva a quando cala oltre l’orizzonte

Passeggiata cani in estate: quando e come

Visto che repetita juvant, ci riproviamo:

  • d’estate il cane NON va portato in passeggiata durante le ore più calde: questo vuol dire portarlo a spasso durante le prime ore della mattinata, entro le 8-9 o decisamente dopo le 20 di sera. Questo perché anche quando il sole tramonta, dall’asfalto si sprigiona tutto il calore accumulato durante la giornata che investe in pieno i nostri cani, più vicini all’asfalto di noi. In questa torrida estate, poi, grazie ai cambiamenti climatici, il clima tende a essere più afoso già di prima mattina, quindi occhio anche alle temperature e al tasso di umidità. E non fidarti neanche di quelle giornate in cui il sole, quella palla gialla e luminosa di cui parlavamo prima, è velato dalle nuvole: è allora, infatti, che si sprigiona una cappa di umidità e calore tale da rendere la giornata pericolosa come quelle in cui il sole splende in cielo
  • attenzione all’asfalto: l’asfalto d’estate è rovente, soprattutto durante le ore centrali della giornata. Questo significa che rischia letteralmente di ustionare i polpastrelli dei cani. Fai la prova: se appoggia la mano o la pianta del piede sull’asfalto caldo e ti ustioni, allora è probabile che si ustioni anche il cane
  • portati sempre dietro una bottiglietta d’acqua: non serve solo a pulire dove il cane sporca, ma anche a dargli da bere e rinfrescarlo passandogliela sulla testa, sulle ascelle o inguine
  • cerca di stare all’ombra: lo so che alcune città sembrano essere del tutto contrarie all’ombra e non trovi un albero o un riparo neanche a piangere in sanscrito, ma nei limiti del possibile non esporre il cane al sole diretto per troppo tempo. Tradotto: niente passeggiate di 5 km sulla nazionale sotto il “chioppo del sole”
  • non esagerare con l’attività fisica: sì, sì, l’attività fisica fa bene a tutti, ma non sotto il sole, quando fuori di sono 35 gradi all’ombra e un tasso di umidità del 65% che manca poco che apri l’ombrello! In condizioni di caldo, non far fare troppo esercizio fisico intenso al cane, aumenti il rischio di colpo di calore che è sempre dietro l’angolo

Se hai letto tutto questo, perché alle 2 del pomeriggio ti vedo ancora passeggiare insieme al cane, ansimando tutti e due come mantici? Vuoi forse beccarti un colpo di calore insieme al tuo cane?

Potrebbero interessarti anche...