Intossicazione da noci nel cane: sintomi e cosa fare

cane noci

Non tutti sanno che esiste una forma di intossicazione da noci nel cane (e potenzialmente anche nel gatto, ma è difficile vedere gatti che sgranocchiano noci o frutta secca). Problemi possono derivare sia dalle noci di Macadamia che dalle noci normali, quelle che normalmente sono più accessibili ai nostri cani. Quindi il consiglio è: non dare le noci al cane. E se per caso in giardino hai un albero di noci, fai in modo che non possa raggiungere quelle che inevitabilmente cadono dall’albero (esistono delle apposite reti da applicare agli alberi proprio per ovviare a tale problema). Certo, se poi hai il cane che riesce ad arrampicarsi sull’albero pur di sgranocchiare le noci, allora c’è poco da fare.

Intossicazione da noci di Macadamia: sintomi

Partiamo dalle noci di Macadamia. Non che se ne vedano tantissime qui da noi, ma contengono tossine che possono provocare come sintomi:

  • tremori
  • paresi e paralisi
  • ipertermia
  • tachicardia
  • vomito
  • diarrea

Particolarmente a rischio sono i cuccioli o i cani che hanno anche altre patologie concomitanti. La noce di Macadamia è un frutto di un albero tropicale, la Noce del Queensland o Macadamia. La pianta è originaria dell’Australia. Nonostante siano assolutamente commestibili per l’uomo, si rivelano essere molto tossiche per i cani. Non si sa ancora quante noci siano necessarie per scatenare un’intossicazione nel cane, né quale sia la dose letale.

Attenzione anche alle noci normali

Tuttavia è bene sapere che anche le noci normali (così come le noccioline e le nocciole) possono creare problemi al cane. In primis sono molto ricche di grassi, quindi sono difficili da digerire e potrebbero causare fastidiosi sintomi gastroenterici come nausea, vomito e diarrea. Inoltre contengono troppo fosforo (l’iperfosfatemia può provocare anche anemia).

In secondo luogo le noci non ancora mature, quelle non sgusciate o quelle cadute a terra possono essere contaminate da muffe che causano tremori e convulsioni. Inoltre la parte verde delle noci può provocare sintomi gastroenterici.

Anche le noci nere, le Juglans nigra, possono essere contaminate da muffe velenose. Oltre ai problemi collegati ai principi attivi tossici per i cani e alle muffe, le noci possono provocare anche danni meccanici. Molti cani, infatti, non si limitano a mangiare l’interno della noce, ma buttano giù anche il guscio che, essendo molto duro, potrebbe ferire stomaco e intestino. Inoltre se ingerisce troppe noci, i gusci potrebbero finire col provocare un blocco intestinale da corpo estraneo.

Se sei interessato, poi, qui trovi anche i sintomi dell’intossicazione da funghi nel cane.

Cosa fare se il cane ha mangiato le noci?

Se il cane mangia una noce singola, non è detto che per forza sviluppi sintomi. Tuttavia se il cane si è mangiato parecchie noci e poco dopo inizia a tremare, non riesce a muovere bene gli arti, compare del vomito, contatta subito il tuo veterinario o un Pronto Soccorso veterinario. La terapia per l’intossicazione da noci nel cane è puramente sintomatica, ma è importante fornire un’anamnesi dettagliata e precisa al medico. Infatti i sintomi possono essere comuni anche ad altre intossicazioni.

Potrebbero interessarti anche...