Epatite infettiva cane: sintomi dell’infezione da CAV-1

cane

Fra le malattie vaccinali del cane, abbiamo anche l’epatite infettiva canina. Nota anche come epatite di Rubarth o malattia di Rubarth, è provocata da un Adenovirus (CAV). Si tratta di un virus a DNA che ha due sierotipi. Il CAV-1 è quello responsabile dell’epatite infettiva, mentre il CAV-2 è quello che provoca la laringotracheite infettiva canina, che entra a far parte del complesso della tosse dei canili o malattia respiratoria canina, patologia che riconosce come cause sia virus che batteri.

Il CAV-1 potrebbe provocare malattia anche in lupi, volpi, coyote e orsi.

Epatite infettiva del cane: sintomi

Fra i due Adenovirus, il CAV-1 è quello responsabile della patologia più grave. La trasmissione del virus avviene solitamente tramite contatto diretto con la salina, le feci o le urine di un cane infetto in fase di eliminazione virale. Da considerare come, in cani che siano sani e che sviluppino una corretta risposta anticorpale, il virus potrebbe rimanere nei reni anche per 6-9 mesi, con relativa eliminazione tramite le urine.

Il virus ha un particolare tropismo per fegato, reni e epitelio vascolare. La replicazione virale avviene nelle tonsille, poi passa ai linfonodi e infine tramite il sangue arriva a fegato, reni e sistema vascolare. Il virus ha effetto citopatico: distrugge le cellule infette.

Quando la risposta anticorpale è parziale, ecco che il cane tende a sviluppare una forma di epatite cronica con uveite anteriore, il cosiddetto occhio blu. Questo è un sintomo tipico della malattia, anche se ci sono anche altre patologie che possono provocare questa forma di uveite (anche le malattie da zecche).

I sintomi dell’epatite di Rubarth dipendono dalla forma della malattia, la quale a sua volta dipende dallo stato immunitario del soggetto e dal danno provocato:

Forma iperacuta

  • Febbre
  • Sintomi neurologici
  • Collasso cardiocircolatorio
  • Disturbi della coagulazione
  • Morte nel giro di poche ore

Forma acuta

  • Febbre
  • Anoressia
  • Abbattimento
  • Letargia
  • Vomito
  • Diarrea
  • Epatomegalia
  • Dolorabilità addominale
  • Vasculite
  • Petecchie
  • Disturbi della coagulazione
  • Aumento di volume dei linfonodi
  • Encefalite

Forma subclinica

  • Edema polmonare
  • Polmonite interstiziale

Nelle forme lievi, non complicate i sintomi sono:

  • Anoressia
  • Febbre
  • Abbattimento
  • Letargia
  • Tonsillite
  • Vomito
  • Diarrea
  • Aumento di volume dei linfonodi
  • Epatomegalia
  • Dolorabilità addominale

Una certa percentuale di casi sviluppa forme di uveite. In alcuni casi è reversibile nel giro di un mese, ma col passare del tempo è possibile lo sviluppo di glaucoma.

Terapia

Essendo una forma virale, non esiste terapia specifica per l’epatite virale canina. Si attua terapia sintomatica e di sostegno. Importante è prevenire con la vaccinazione. Solitamente nei vaccini quadrivalenti o eptavalenti è presente anche l’epatite virale. Tendenzialmente si usano vaccini vivi attenuati CAV-2: prevengono l’epatite infettiva da CAV-1 grazie alla cross-reattività e riducono i sintomi della malattia respiratoria da CAV-2. I vaccini con CAV-1, invece, potrebbero causare reazioni come l’occhio blu.

Microchip cani: a che età va messo?

Foto di huoadg5888 da Pixabay

Potrebbero interessarti anche...

Pin It on Pinterest